“EnogAstronomica”: la nuova rubrica di #ioviaggiolucano in collaborazione con l’Unione Regionale Cuochi Lucani e l’Associazione Italiana Sommelier Basilicata


Condivisione /con·di·vi·ṣió·ne/ s. f. [da condiviso, p. pass. del v. condividere]. – 1. Il fatto di dividere insieme con altri: condivisione di un appartamento, condivisione di un percorso, condivisione di una visione del futuro.

I dizionari hanno la straordinaria capacità di dare un valore concreto alle parole, anzi più di uno.

Rubrica enogastronomica del blog #ioviaggiolucano

Il verbo condividere è quello che forse rappresenta di più il nostro team composto da persone talmente diverse che però sanno convivere perfettamente, proprio come un ristorante nel quale vengono proposti diversi menù per accontentare tutti i gusti. Ogni qual volta ci incontriamo, qualsiasi esempio ci rimanda sempre alla cucina. Si dice che condividere un pasto sia una delle azioni più intime nella nostra vita, si crea una sorta di familiarità nel momento in cui si condivide la tavola con qualcuno. Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei? Qualcosa del genere. Di certo si può capire molto di una persona guardando ciò che mangia o beve e, soprattutto, come lo fa. Davanti a un bel piatto di pasta sono nati degli amori, si sono consolidate amicizie e si sono riunite intere famiglie. Gli archetti di un buon calice di vino hanno accompagnato risate e chiacchiere, confidenze e, talvolta, anche litigi. Ogni attimo della nostra vita è stato scandito intorno a una tavola imbandita, sarà un’ossessione di noi italiani. C’è un momento per la colazione, uno per la merenda, uno per il pranzo, uno per l’altra merenda, uno per la cena e se ci sta anche per lo spuntino di mezzanotte. Il pensiero del cibo è talmente comune che abbiamo iniziato ad interrogarci su quale fosse la ricetta che da lucani più ci rappresentasse… Ne sono venute fuori talmente tante da farne un ricettario. Abbiamo capito però che forse era caso di coinvolgere degli esperti, che hanno fatto della cucina e della ristorazione la loro vita: l’Unione Regionale Cuochi Lucani e l’Associazione Italiana Sommelier Basilicata.

Nasce così la nostra nuova rubrica “EnogAstronomica” nella quale proporremo un piatto realizzato da uno dei cuochi dell’Unione lucana abbinato ad un vino locale consigliato per noi dai sommelier di Basilicata.

Per non farci mancare niente, perché a noi lucani non manca niente.

La Basilicata poi è un po’ così, una terra che ha appreso l’arte della condivisione sin dalla notte dei tempi, noi abbiamo voluto farlo con due associazioni ben radicate nel territorio che ben conoscono l’arte della cooperazione.

Come avverrà il racconto dei nostri suggerimenti gastronomici?

Attraverso una narrazione del piatto per opera del cuoco che lo ha realizzato. Potrà essere parte della tradizione lucana oppure frutto della sua creatività, l’importante è che al centro ci sia un prodotto lucano di qualità, che di sicuro non mancano nel nostro territorio. Su una tavola perfetta, però, non può mancare un buon vino che i sommelier lucani abbineranno magistralmente al piatto. Immagini e grafiche spazialici aiuteranno a raccontare la ricchezza del nostro patrimonio enogastronomico non solo a parole.

La nostra ricetta della settimana sta per arrivare.

La Lucania sa di buono sempre, soprattutto a tavola.

Buona degustazione insieme a noi e agli amici di Unione Cuochi Lucani e a quelli dell’Associazione Italiana Sommelier Basilicata!

Condividi