Ecco i vincitori del concorso fotografico Wiki Loves Basilicata


Sabato 31 ottobre si è svolta (per la prima volta online) la cerimonia di premiazione dei vincitori della quinta edizione del concorso Wiki Loves Basilicata, edizione lucana di Wiki Loves Monuments, il più grande contest fotografico del mondo, organizzata come sempre dall’associazione Basilicata Wiki.

Hanno partecipato alla cerimonia, condotta da Luigi Catalani, Matteo Ruffoni (Presidente dell’associazione Wikimedia Italia, che organizza l’edizione nazionale del conrcorso), Antonio Nicoletti (Direttore APT Basilicata), Rocco Franciosa (Presidente Pro Loco Unpli Basilicata), Michele Miglionico (Coordinatore Rete Borghi Eccellenti Lucani), Marianna Iovanni e Sonia Gammone (Sindaco e Assessore alla cultura del Comune di Venosa, che avrebbe ospitato l’evento se le condizioni ambientali lo avessero consentito), Donato Sperduto (Sindaco del Comune di San Fele), Rocco Stella (Vice Sindaco del Comune di Sasso di Castalda), Simone Cancellara (Assessore alla Cultura del Comune di Genzano di Lucania), Valentina Trotta (Assessore al Turismo del Comune di Maratea), Emanuele Sileo (Amministratore di Ivy Tour Basilicata) e Donatello Caivano (Direttore del Volo dell’Angelo).

Il lavoro della giuria (composta da Luigi Catalani, presidente dell’associazione Basilicata Wiki, Pietro L’Annunziata, delegato regionale FIAF, Piera De Marca, Carla Di Camillo, Nicola Figliuolo, Fiorella Fiore, Gianni Lacorazza, Caterina Policaro, Annalisa Romeo e Luigi Zotta) è stato particolarmente impegnativo. I giurati hanno scelto infatti tra 1.905 fotografie, caricate da 159 fotografi (più che in ogni altra regione d’Italia) che hanno immortalato il patrimonio lucano potendo scegliere tra 952 monumenti liberati da 120 enti, tra cui ben 89 Comuni.

Ecco l’elenco delle foto vincitrici:

1° posto: “Panoramica su San Fele”, opera di Teodoro Corbo, cui è andato il premio di 200 euro messo in palio da Pro Loco Unpli Basilicata.

2° posto: “Cristo di Maratea al tramonto”, opera di Maurizio Orlando, che ha vinto un percorso avventura di 2 giorni per 2 persone messo in palio da Ivy Tour Basilicata.

3° posto: “Solo al tramonto” (Castello di Monteserico, Genzano di Lucania), opera di Valentina Gasparre, che ha vinto un soggiorno per una notte per due persone nel Bed & Breakfast Hermes a Satriano di Lucania, messo in palio dalla rete Borghi Eccellenti Lucani.

4° posto: “Grottole, panorama”, opera di Nicola Cerroni, che ha vinto un biglietto per un Volo dell’Angelo in coppia messo in palio dal Volo dell’Angelo.

5° posto: “Il Ponte e la Luna” (Sasso di Castalda), opera di Giacomo Silvano, cha ha vinto un paniere di eccellenze alimentari lucane, messo in palio da BasilicataGusto.

I primi tre classificati hanno ricevuto anche tre cofanetti di bottiglie di Aglianico del Vulture messi in palio da Consorzio Viticoltori – Cantina di Barile e le strenne editoriali messe in palio da Basilicata Turistica.

«Per forza di cose, è stata una cerimonia diversa dagli altri anni – ha dichiarato Luigi Catalani – ma altrettanto partecipata e forse ancora più emozionante, per la fase difficile stiamo vivendo. Poiché la conoscenza è un bene comune, da oggi chiunque potrà diffondere la bellezza della Basilicata grazie alle tante nuove fotografie disponibili su Wikimedia Commons. Wiki Loves Basilicata non è soltanto un concorso fotografico, è soprattutto una grande azione partecipata di promozione della nostra regione, una presa in carico collettiva dei valori del sapere libero e della cultura aperta, l’esito più visibile di un processo di comunità che in cinque anni ha coinvolto attivamente centinaia di cittadini, fotografi, amministrazioni, Pro Loco, associazioni, guide turistiche nel racconto di un territorio meraviglioso. Nei prossimi mesi, l’associazione Basilicata Wiki organizzerà altre occasioni per arricchire questo racconto, non solo tramite le fotografie, ma anche attraverso le parole di chiunque vorrà contribuire alla scrittura di voci enciclopediche e guide turistiche. Le iniziative saranno segnalate sulle nostre pagine Facebook Basilicata Wiki e Wiki Loves Basilicata».

 

Condividi